Home page  |  Amministrazione Trasparente  |  Mappa Sito

Sei in: Home Page / Ambiente / Fauna / Uccelli

Uccelli


Dall’analisi delle specie, la cui nidificazione è stata accertata o semplicemente ritenuta probabile, è possibile affermare che gli uccelli delle due principali tipologie ambientali (aree agricole e boscate) sembrano essere sufficientemente rappresentatati. Le specie tipiche delle aree coltivate, quali ad esempio

fagiano (Phasianus colchiucus),L'immagine raffigura un fagiano maschioL'immagine raffigura un fagiano femmina

civetta, allodola, rondine, gazza, cornacchia grigia, storno, passera mattugia, appaiono essere ben distribuite entro i confini dell’area, mentre la starna sembra essere limitata ai settori posti in vicinanza del boscone di Ornago. Di questo volatile, la cui presenza di nuclei riproduttivi nella pianura padana è alquanto ridotta, è stata osservata una coppia in atteggiamenti riproduttivi. La presenza del gheppio è stata rilevata più volte sia in aree aperte sia in aree boscate e la sua nidificazione all’interno del parco è da ritenersi possibile. Le aree coltivate sono spesso caratterizzate da siepi più o meno strutturate nelle quali è stata riscontrata quasi ovunque la presenza

dell’ usignoloL'immagine rappresente un usignolo e della capinera, tipici abitanti delle siepi padane. Le principali specie boschive quali ad esempio colombaccio, allocco,L'immagine raffigura un allocco torcicollo, picchio rosso maggiore, scricciolo, pettirosso, cinciarella e cinciallegra sono state osservate quasi esclusivamente nell’area boscata di maggior pregio, il bosco di querce maturo posto a sud-est del Santuario di Ornago. La restante copertura arborea, eccezion fatta per qualche grossa siepe con essenze vegetali autoctone è costituita, rappresentata da robinieti ceduati ed è apparsa più scarsa sotto l’aspetto avifaunistico. Il boscone di Ornago svolge dunque una importante funzione di rifugio per diverse specie legate agli ambienti boschivi, essendo l’unica presente nel parco. In particolare risultano importanti la presenza di specie quali l’ allocco, limitato in pianura alle zone ad agricoltura mista con boschetti e filari, L'mmagine raffigura un picchio rosso maggioreil picchio rosso maggiore e il torcicollo, la cui presenza come nidificanti nella pianura ha subito una sensibile diminuzione a causa dell’abbattimento di boschi maturi. Durante gli studi naturalistici effettuati, nelle zone umide del parco non sono state rinvenute, oltre alla gallinella d’acqua e all’ usignolo di fiume, altre specie tipiche di questo ambiente. Osservazioni più recenti individuano la presenza della folaga e del germano reale presso le foppe di Cavenago; non è però certa la nidificazione di tali specie. Nelle primavera del 2003, presso C.na Sofia è stato avvistato un’ upupa (Upupa epops) probabilmente occasionale.